Chi non ha mai fatto un po’ di campeggio? Certo stare in un camping si caratterizza per tutta una serie di cose, dalla tenda, da portare, da montare, da smontare, al sacco a pelo, o brandina, su cui dormire, dalle seggioline che si richiudono e il fornelletto in cui preparare il “rancio” quotidiano, ai bagni da condividere, alle zanzare, in tempi estivi, compagne d’avventura. Certo un’esperienza basic che spesso ti coinvolge e t’appaga proprio nel suo ritorno alla semplicità, con cui è possibile fermarsi e raggiungere qualsiasi località, sentirsi liberi, e insieme contenere i costi. Ma oggi è possibile vivere in modo del tutto particolare l’idea di fare campeggio. Sì, dopo aver provato il camping, potreste volere, almeno una volta nella vita, provare il glamping: le tende ci sono comunque ma la situazione che avrete di fronte è davvero diversa.

Immersi in un ambiente affascinante, in tende spaziose, arredate con gusto e lusso, potreste entrare in una dimensione da Mille e una notte. Sì, perché il termine glamping coniuga due parole: camping + glamour. Campeggi degni di un hotel di lusso, molto glamour, per amanti del comfort attenti alla natura e all’ecologia. Diffusi oramai in tutto il mondo, con un sito www.glamping.com in cui scoprirne sempre di nuovi, a metà strada fra green e luxury, i glamping, totalmente ecosostenibili, offrono la libertà del campeggio e la sua informali, insieme alle comodità. Tende già allestite, mobili di design, anche pezzi unici artigianali, letti, armadi, lenzuola, bagni privati. Un tuffo lontano dalla quotidianità in cui immergersi in qualunque momento dell’anno, anche solo in un weekend da voler vivere un po’ in una dimensione fiabesca, del resto le tende hanno il riscaldamento interno e spesso si affacciano in scenari naturalisti davvero spettacolari. Chic, comode, e nella natura selvaggia, permettono al viaggiatore di restare a stretto contatto con la natura, ma con un certo lifestyle, e per questo il loro prezzo non è proprio per tutti. Spesso collocate in luoghi inaspettati, dalla casa sull’albero nel villaggio San Biagio, al camion casa nei boschi ungheresi, alle casette in legno in Serbia e Slovenia, alle tende medioevali in Gran Bretagna.

Una maniera nuova di vivere la sensazione di libertà e nomadismo che appartiene al camping, senza la necessità dello spirito d’adattamento, considerato che gli ambienti non solo sono super accoglienti, ma sono anche una sorta di meraviglia per gli occhi, mobili ricavati nel legno, o dettagli e particolari degni di splendidi palazzi veneziani. Se volete restare in terra italica, e pure vicino, per fare il vostro battesimo nel glamping, beh potreste fare la conoscenza della prima struttura che in Italia si è caratterizzata per questo nuovo modo di fare vacanza, o meglio di prendere una pausa dal mondo, e, finalmente, rilassarsi: si tratta dei Canonici di San Marco, vicino a Venezia, a Mirano.

DALLA CASA SULL’ALBERO ALLE COSTRUZIONI NEI BOSCHI: GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO A MIRANO

Natura & Cultura, un binomio indissolubile nel primo Glamping italiano, quello dei Canonici di San Marco, a Mirano, vicino a Venezia. Passione per l’ambiente, arredamento elegante e non convenzionale, sono alcune delle caratteristiche delle tende dei Canonici, tutte a impatto ambientale zero, eco-compatibili, vere e proprie oasi di pace, in cui far sentire il viaggiatore a casa. Collocate nel parco di una Barchessa seicentesca, con attorno la quiete della campagna che si estende tra la Laguna e il Brenta, dove i Dogi e le antiche nobili famiglie veneziane possedevano le loro dimore estive. Uno scenario agreste, fra alberi autoctoni e frutteti secolari, quello tutto attorno al Gampling Canonici di San Marco, perfetto per poter visitare le città vicine, Venezia, che si raggiunge anche senza usare l’auto, Treviso, Padova, Verona, rifugio per un soggiorno culturale o enogastronomico. Nella barchessa viene servita la colazione, ma vi si trova pure una cantinetta, ambiente ricco di fascino, dove gustare vini artigianali di produttori locali, o prenotare uno “Chic pic-nic” con prodotti dell’azienda agricola e scoprire la tradizione enogastronomica della laguna veneta. Nella corte c’è pure un giardino nascosto tra antiche mura, angolo perfetto per un buon aperitivo.

DALL’ITALIA ALLA SLOVENIA, DALL’UNGHERIA ALLA GRAN BRETAGNA

A Monte di Cadore esiste un progetto pilota avviato nel 2008, che aveva come obiettivo portare l’ospitalità tradizionale della camera d’albergo nella natura. Da questo, e dalla voglia di dare la possibilità di allontanarsi dal ritmo vertiginoso della vita e del lavoro, sono nate le “case mobili”, e in particolare una casa sull’albero, che è un cottage vero e proprio, con riscaldamento a pavimento, e pannelli di vetro da cui vedere le dolci colline, i vigneti e la flora rigogliosa, che circonda l’antico monastero di San Biagio.

Insieme a questa spettacolare vista chi decide di provare il Glamping a Villa San Biagio, a Mason Vicentino (Vi), ha a sua disposizione anche un nuovo centro benessere progettato per essere un luogo di rigenerazione e relax: SPA, idromassaggio, doccia emozionale, sauna, bagno di vapore, una rilassante tisana, tutto perfetto per una serata romantica davanti a un caminetto scoppiettante per vivere una vera esperienza di rinascita. Se vi interessa spingervi un po’ più in là, oltre il confine italiano, e scoprire uno dei laghi più belli della Slovenia, ossia il Lago di Bled, allora il Glamping Pibernik fa per voi. Vicino alle rive della Sava, a poca distanza dal Lago, ha davvero una posizione eccezionale, dove potrete vedere i caprioli nel loro habitat incontaminato, e qui, se vi interessa il cineturismo, hanno pure ambientato nel 2016 un film cult sloveno, Pr’Hostar.

Nel Glamping della Mokus Valley Csepellina in Ungheria, sarete catapultati al centro della natura, fra mobili ricavati dal legno, all’interno di una sorta di camion-casa mobile assai suggestivo; o, ancora, nel cuore della contea di Kent, in tende medioevali, che sembrano quasi quelle di un circo, con vista sul castello di Leeds, anche visitabile, in cui visse Enrico VIII, vi ritroverete in UK. Fra letti a baldacchino, set per tè, docce incantevoli nel vicino Knight’s Cottage, colazioni recapitate all’interno di ceste, e cene e pranzi nel ristorante che guarda al castello, l’experience di vacanza diventerà regale.