Rieccoci con la nostra rubrica: Cosa fare per piacersi! Abbiamo imparato nelle scorse due puntate che bisogna anzitutto stabilire obiettivi concreti, munirsi di pazienza e forza di volontà e annotare in modo oggettivo i cambiamenti, parimenti importante è saper recuperare le energie, dormire con regolarità, e qualche volta anche oziare. Ma quello che vogliamo chiedere oggi a Giulia è quindi come possiamo riorganizzare le questioni più pratiche della nostra vita.

G.P.:  Partiamo dall’Idratazione: Quanta acqua bere? Beh… Dipende! I classici 2 litri di acqua potrebbero essere un buon punto di arrivo per chi si scorda di avere sete, e di partenza per chi già viaggia con la bottiglietta in borsa.

Ti ricordo che la sudorazione causa anche una cospicua perdita di sali minerali, che vanno adeguatamente integrati con un’alimentazione ricca di vegetali freschi di stagione, con qualche pizzico di sale marino integrale durante i pasti, e perché no, con un’integrazione salina personalizzata.

Per l’Alimentazione la regola da non scordare mai è: vegetali freschi e di stagione ad ogni pasto. Cerchiamo di colorare i nostri piatti, farà bene alla nostra salute, al gusto ed alla vista!

Non dimentichiamo una porzione di cereali (in chicco, come la segale, l’avena, il grano saraceno), o pasta o patate o pane (se possibile con pasta madre) abbinata ad una quota proteica (legumi, uova, pesce, tofu..).

Un pasto completo ricco di fibra ci sazierà e sarà poco denso a livello calorico. Cosa significa? Che un piatto unico a base di cetrioli, pomodorini rossi e gialli, riso integrale, foglie di menta e lenticchie è sicuramente meno pericoloso per la linea di qualche biscotto secco!

 

Biografia della Dottoressa

Sono Giulia,

Biologa Nutrizionista e Personal Trainer.

Da sempre appassionata di nutrizione e movimento, amo sperimentare su me stessa e mettermi alla prova. Agonista di pallanuoto per circa 10 anni, mi sono dedicata anche a numerose altre discipline sportive “terrestri”, dal pugilato al pilates. Istruttrice di Walking Exercise®, FitBoxe, trampolino elastico, non ho mai trascurato la passione per il ballo, dalla danza classica alle danze caraibiche.

Negli ultimi anni ho scoperto l’allenamento funzionale, la pesistica, il corpo libero e il trekking in montagna.

Parallelamente all’attività sportiva gli studi universitari mi hanno permesso di diventare biologa nutrizionista.

Grazie alle esperienze accumulate nel campo della nutrizione e dello sport riesco a comprendere meglio quali difficoltà si possono incontrare sulla via del cambiamento. Il mio obiettivo è trasformare le resistenze in punti di forza, proponendo strategie sempre nuove, sempre diverse, sempre personalizzate.

Info e Contatti

giuliapeda@gmail.com

+393480376368