Le vacanze sono finalmente arrivate. E puntuale come una cambiale, si presenta il problema del lettore in partenza: se anche voi come noi ve ne fregate dei vestiti che metterete in valigia ma impiegate tre giorni a scegliere quali libri portare, se anche a voi è capitato di essere sgridati quando nello zainetto al posto dei solari avete infilato Guerra e Pace di Tolstoj tomi I e II “perché in una settimana hai voglia se non finisco il primo!”…. Benvenuti, siete come noi! E adesso vi beccate i nostri consigli sui più interessanti titoli per l’estate.

  • L’AMICA GENIALE (ELENA FERRANTE)

A chi non conosce ancora “L’amica geniale” dico solo questo: correte a comprarvelo. Il romanzo segue vita e amicizia di Lena e Lila, due ragazze originarie dei sobborghi di Napoli. Ciò che conta qui è però la Signora Elena Ferrante. Chiunque ella sia, poiché questo è uno pseudonimo e la vera autrice ci è sconosciuta, va ringraziata. Il suo stile asciutto e tagliente nel raccontare vicende tanto forti di personaggi che sono già icone letterarie, di certo entrerà nella storia della nostra Letteratura, quella con la L maiuscola. Un viaggio nelle luci e nelle ombre di Napoli e del cuore di due donne.

 

  • OGNI RESPIRO (NICHOLAS SPARKS)

Donne perdutamente romantiche, questo è il vostro momento. L’uomo definito “il narratore dei sentimenti” ha sfornato l’ennesimo sospirante capolavoro. E cavalcando il motto secondo cui squadra che vince non si cambia, ci propone, su melanconiche spiagge oceaniche, una donna ultratrentenne in crisi esistenziale, un misterioso straniero venuto per l’occasione a sconvolgerle pettinatura e sentimenti, parenti sfigati da assistere, scelte che cambiano la vita da prendere. Il mio cuore ha già avuto un palpito anomalo. A Nicò, facce sognà!

 

 

  • I CENTO LIBRI (DORFLES)

 

Che dire, nel caso non vi fidaste dei nostri consigli, affidatevi a quell’uomo mitologico, quell’essere quieto e tremendamente affascinante quando inforca i suoi occhialetti, quel pozzo di scienza letteraria del Prof. Dorfles. Il quale passa in rassegna i cento romanzi che ogni aspirante lettore non può prima o poi non infilare in saccoccia. Lui è l’unica fonte più autorevole di noi!

 

 

  • SE NON TI VEDO NON ESISTI (LEVANTE)

Lettura adatta a caricarvi di odio nell’eventualità in cui vi sentiste già troppo rilassati e zen dopo pochi giorni di ferie. Quel mostro di simpatia di Levante è diventata anche scrittrice, hip hip hurrà! Finalmente avremo qualcos’altro da leggere in alternativa al Nobel della Letteratura nostrano Fabio Volo. La storia è assolutamente originale quindi non vi anticiperò nulla, per non rovinarvi il gusto della scoperta. Per quanto riguarda me, applicherò a quest’opera il principio dichiarato dal titolo, tappandomi gli occhi e fingendo che non esista.

 

 

  • IL MAGICO POTERE DEL RIORDINO (MARIE KONDO)

Metodo definitivo per riordinare la propria casa e la propria esistenza. Le regoline sono: buttare via tutto ciò che non serve o non provoca emozioni o non siamo riusciti a rivendere su subito.it, e procedere al riordino. C’è chi dopo è dimagrito, chi ha lasciato il marito, chi ha trasformato l’acqua in vino. L’autrice del breviario, che fra le pagine si racconta, è la classica giapponese invasata in stile manga; la sua mania per l’ordine è a dir poco inquietante e non vi sarà difficile immaginarvela, le calze al ginocchio e i codini, a sbattere i pugnetti davanti a un armadio da sistemare.

 

  • LEOPARD ROCK (WILBUR SMITH)

Autobiografia di colui che molto probabilmente può essere definito il miglior romanziere d’avventura contemporaneo. Ci ha fatti tribolare, sussultare, viaggiare con la mente in giro per l’Africa e oltre. Ora se ne esce con la beffa delle beffe: ci racconta la storia della sua vita, che nulla ha da invidiare agli eroi dei suoi romanzi per coefficiente di avventure esotiche e imprese memorabili. Grazie mille, è facile quando nasci e cresci in Africa in mezzo ai leoni e alle giraffe! Tutti bravi a fare Indiana Jones così, vieni un po’ in pianura padana che poi ne riparliamo bello!

 

  • LA SOVRANA LETTRICE (ALAN BENNETT)

Che accadrebbe se la Regina d’Inghilterra improvvisamente si desse alla lettura, diventando una colta letterata più erudita dell’intero consiglio dei Ministri? Ce lo racconta Alan Bennet in questo breve romanzo di impostazione vagamente teatrale tutto da scoprire.

 

 

 

 

  • LA FIERA DELLE VANITA’ (THACKERAY)

Versione ottocentesca delle moderne storie d’amore celebri. Protagonista una giovane arrampicatrice sociale pronta a qualsiasi sotterfugio pur di raggiungere una posizione di rilievo nella società. Naturalmente, avrà la fortuna di incontrare un esercito di uomini beoti pronti a tutto pur di accontentarla, poiché nell’ottocento come oggi, come si suol dire, tira più un PDF che un carro di buoi! Per portare sotto l’ombrellone un romanzo con altisonante ma contenuto piuttosto trendy.

 

 

  • CENT’ANNI DI SOLITUDINE (GABRIEL GARCIA MARQUEZ)

Non può mancare fra i libri per l’estate un titolo sudamericano. E questo signori è IL titolo sudamericano. Un romanzo magnifico, poderoso, in cui la fantasia e l’ironia si intrecciano al dramma e alla riflessione sul senso dell’esistenza. Fra le pagine di questo romanzo accade di tutto: donne assunte in cielo, uomini super super super dotati, guerre, tesori sepolti, fantasmi e amici immaginari di vario tipo, bambini con la coda di maiale. Perdersi con Marquez e i suoi stralunati personaggi nel villa.

 

 

  • UN CLASSICO DELLA LETTERATURA

Scegliete quello che più vi attira, l’importante è aggiungere una pietra miliare al vostro repertorio. L’estate è il momento ideale per affrontare quel mattone sempre accantonato in un antro della libreria in attesa di tempi migliori. O per scuotere la polvere dal tomo gigante finora utilizzato per bloccare una porta. Non aspettate, se non si conoscono gli splendori del passato non si può giudicare il presente. O volete finire sul serio a leggere cose tipo le cinquanta sfumature di bigio? Davvero volete che Manzoni si rivolti insonne nella tomba invocando su di noi una nuova epidemia di peste?