Estate, vacanza, voglia di passeggiate sulla spiaggia, onde, divertimento e relax…ti dispiace lasciare il tuo migliore amico a casa? Niente paura, non devi per forza rinunciare alla tua vacanza…portare il cane al mare è bellissimo, solo comporta un pò di attenzione.

Non tutte le spiagge accettano animali domestici, fai quindi delle buone ricerche per capire dove andare, facendo attenzione a leggere le regole di ogni stabilimento. Oggi ci sono delle zone di spiaggia attrezzate che offrono servizi appositi per non far mancare nulla ai nostri amici.

 

  • VISITA DAL VETERINARIO

Prima di partire fai una visita dal tuo veterinario per controllare se il quadrupede gode di buona salute ed è in regola con le vaccinazioni e profilassi necessarie prima della partenza.

  • VALIGIA

Ebbene sì, dobbiamo preparare anche le cose per lui: ciotole, cibo, cuccia, asciugamano, e…perchè no? Anche il suo gioco preferito! Il tuo cane è un animale per natura abitudinario e trovarsi in un posto nuovo, soprattutto dopo un lungo viaggio, potrebbe farlo sentire spaesato. Ricordati quindi, se possibile, di mantenere le stesse abitudini di casa riguardo agli orari di pappa e passeggiate: questo lo aiuterà a sentirsi a casa anche in vacanza.

  • MAL D’AUTO

I cani possono soffrire di mal di macchina proprio come le persone, cosa che rende anche un breve viaggio in auto una spiacevole esperienza. I cani non manifestano il mal di macchina solo con il vomito ma anche letargia o, al contrario, agitazione, oppure ansimare e sbadigliare, uggiolare, sbavare. Per ridurre il rischio di mal d’auto assicurarsi che il veicolo non sia eccessivamente caldo, non fargli fare un pasto completo poco prima della partenza, fargli fare delle soste frequenti e…guida con prudenza! Oggi sono disponibili rimedi validi per combattere i casi più disperati di nausea dovuta a viaggi in macchina… senti il tuo veterinario per saperne di più!

  • COLPO DI CALORE

Un’ emergenza da conoscere e prevenire! Il caldo, non solo in spiaggia, durante l’estate può diventare pericoloso. Il colpo di calore consiste in un aumento incontrollato della temperatura corporea dovuto a condizioni di particolare caldo o afa, è un fenomeno acuto che può diventare letale se il ripristino delle temperatura non viene effettuato tempestivamente. Uscire con lui nelle ore più calde, fargli fare attività fisiche troppo pesanti, soprattutto nelle ore centrali della giornata, lasciarlo senza acqua fresca e pulita a disposizione e chiuso in macchina per diverso tempo potrebbe provocare questa condizione (per esempio con un respiro pesante e affannoso, oppure debolezza o letargia). Prima di tutto è necessario abbassare la temperatura corporea raffreddando l’animale, questo però deve avvenire in maniera graduale per evitare un eventuale shock termico. Innanzitutto se è al sole portiamo l’animale all’ombra o in una zona ventilata e lo copriamo con asciugamani bagnati (non con ghiaccio direttamente sulla cute). È molto importante durante questi trattamenti contattare subito una struttura veterinaria per un supporto su eventuali operazioni da compiere sull’animale in preparazione alla visita.

  • IL SOLE

Eh si, anche i cani possono scottarsi al sole! Soprattutto soggetti con mantello chiaro e cute non pigmentata che nelle zone con meno pelo possono sviluppare fastidiosi eritemi solari. Ricordati che è obbligatorio garantire l’ombra al tuo cane, per portarlo in spiaggia meglio eleggere le prime ore del mattino o del tardo pomeriggio. Obbligatoria una ciotola d’acqua sempre piena di acqua dolce da bere. Chiedi al tuo veterinario se è il caso di usare una crema protettiva apposita per lui.

  • LA SABBIA

La sabbia offre una fonte di divertimento eccezionale per i nostri amici che possono scavare e rotolarsi su qualcosa di morbido. Purtroppo però spesso la sabbia diventa rovente e può scottare i cuscinetti delle zampe…se dobbiamo passeggiare insieme meglio farlo nel bagnasciuga dove la sabbia è umida e fresca.

  • IL BAGNO

I cani hanno una buona predisposizione per l’acqua e adorano sguazzare in mare, tuttavia alcuni potrebbero invece esserne intimoriti. Il rapporto con l’acqua dovrebbe essere spontaneo e naturale, vi sono razze più predisposte di altre. Se il tuo cane non ti sembra convinto, non obbligarlo a fare il bagno, abituiamolo gradualmente, senza forzature che potrebbero causare shock e traumi, non lasciandolo comunque mai in acqua da solo. Attenzione al contatto e all’ingestione di acqua di mare e sabbia, potrebbe causare alcune problematiche di tipo gastrointestinale o cutaneo. Dopo il vostro bagno in mare fagli sempre una bella doccia per rimuovere sabbia e salsedine, dedicando particolare attenzione ad occhi e spazi interdigitali, dopodiché asciugare bene.

Buon viaggio e buon divertimento!