Con la sua seconda edizione della Festa degli alberi, il Gruppo Alì ha voluto spettacolarizzare in chiave green uno dei luoghi di più forte passaggio del centro storico di Padova: Piazza Cavour. Dal 21 maggio al 3 giugno la piazza si trasformerà in un vero e proprio parco cittadino temporaneo: è la natura che si riappropria della città, occupando spazi dai quali in genere è interdetta. Le attività di tutti i giorni troveranno spazio nel cuore della città, immerse in un’ambientazione inedita e inattesa: un’area verde tutta da vivere.

Il Temporary Park di Piazza Cavour nasce dalla volontà di stupire e coinvolgere la cittadinanza sensibilizzando l’opinione comune su un tema oggi fondamentale: la salvaguardia dell’ambiente e degli spazi verdi in cui vivere e condividere tempo di qualità. Il Gruppo Alì è impegnato da anni in progetti green e, con We Love Nature, ha già contributo attivamente alla piantumazione di oltre 10.300 alberi nel territorio veneto. Il Temporary Park di Piazza Cavour rappresenta quindi l’occasione per comunicare alla cittadinanza i valori e le scelte etiche portate avanti dallo storico Gruppo padovano in questi anni e l’attenzione e la cura rivolte all’ambiente.

A maggio 2017 Alì ha dato il via, a Treviso, alla Rassegna delle feste degli alberi, che, con cadenza annuale, andrà a coinvolgere, in un tour itinerante le principali piazze dei capoluoghi di provincia in cui l’azienda opera. Il 2018 sarà l’anno dedicato a Padova.

Siamo da sempre attenti alla tutela dell’ambiente – afferma il vice presidente Alì Gianni Canella – perchè crediamo che un ambiente più pulito sia alla base della sicurezza alimentare e della salute delle persone. Siamo la prima realtà in Veneto ad aver sostenuto, insieme ai nostri clienti, una maratona green così importante in termini di numero di alberi donati. Presentata come una best practice green alla conferenza internazionale sul tema della riforestazione a Friburgo, in Germania (IUFRO), è stata poi messa in evidenza anche oltreoceano, nella conferenza internazionale FSC di Vancouver, in Canada, e ancora alla FAO a Roma. Regalare nuovo verde al nostro territorio è un gesto concreto di sostenibilità per contribuire a preservare il più grande patrimonio nostro e dei nostri figli: la natura. In questa sede mi sento di ringraziare soprattutto i nostri clienti che hanno aderito con entusiasmo alla nostra campagna, contribuendo a renderla così importante“.