Aiuto! Sta per arrivare il vostro cucciolo di cane e siete già disperati perché gli amici e i forum sul web vi hanno messo confusione sui primi step sanitari da seguire?

PRIMA di portare in casa il cucciolo contattate il vostro medico veterinario per confrontarvi su necessità del futuro arrivato, per consigli sulla dieta, sulla gestione, sulle eventuali patologie tipiche della razza, etc. Poi, accordatevi per una prima visita, per la quale sarebbe ottimale portare un campione di feci (eh si la cacca del nostro amico è una importante fonte d’informazioni! Da oggi la guarderete con un occhio diverso..).

ECCO RIASSUNTI I PRINCIPALI STEP DA SEGUIRE:

Prima visita: permetterà di valutare lo stato di salute generale del vostro piccolo amico;

Esame delle feci: consentirà al medico veterinario di individuare la tipologia di parassiti gastrointestinali che è ospitata dal vostro cane. Domanda: tutti i cuccioli sono parassitati? Non tutti ma la maggioranza sì. I parassiti possono diventare un grosso problema se vi è un calo di difese immunitarie o in corso di patologie concomitanti; inoltre alcuni costituiscono un rischio di zoonosi (ovvero possono infestare anche noi esseri umani secondo varie modalità). Non allarmatevi però, sverminando più volte consecutivamente il piccolo terremoto peloso con il prodotto adatto, tutti si risolve!

Alimentazione: sarebbe bene per i primi giorni che la persona che vi affiderà il vostro nuovo amico vi fornisca del cibo con cui stava alimentando i cuccioli al momento dell’adozione. Questo cibo andrà gradualmente mescolato e sostituito nell’arco di qualche giorno con l’alimento che vorrete usare voi. La dieta deve essere completa ed equilibrata per permettere un corretto accrescimento del cane, essendo la fase di sviluppo delicata;

Vaccini sì o vaccini no? Assolutamente SI! Vaccinare il proprio cane è importante per proteggerlo da malattie infettive anche molto gravi (ad es. cimurro, parvovirosi, ecc.), che può contrarre e trasmettere ad altri cani e per proteggere anche noi: parte del vaccino copre per la leptospirosi, malattia infettiva che possiamo contrarre anche noi esseri umani. Oltre a proteggere il proprio adorato animale, la copertura vaccinale di popolazione ha fatto si che alcune malattie un tempo molto presenti, riducessero la loro diffusione;

Ectoparassiti: con questa parolona si intendono i parassiti esterni, quindi pulci, acari e zecche principalmente. Bisogna agire di prevenzione al riguardo, scegliendo il prodotto più adatto, sotto consiglio veterinario (ormai in commercio c’è una varietà molto ampia e può essere difficile orientarsi);

Filariosi cardiopolmonare: anche qui si parla sempre dei nostri nemici parassiti, ma questo è un pò particolare, poiché viene trasmesso dalle zanzare e il parassita adulto va a localizzarsi a livello del cuore e grossi vasi sanguigni, costituendo di fatto un grave pericolo per la salute del cane. Anche in questo caso è fondamentale la prevenzione tramite compresse per bocca da somministrare mensilmente o un’ iniezione a copertura annuale;

Microchip: un discorso a parte merita il microchip; esso è un obbligo di legge quindi, se il vostro cane non ne è provvisto, siete passibili di multa. Ma tralasciando l’obbligo, è uno strumento molto importante: consiste in un chip, delle dimensioni di un chicco di riso, applicato sottocute, associato ad un codice numerico leggibile con appositi lettori. A questo codice, nella piattaforma web nazionale dell’anagrafe canina, si associano i dati del cane e i vostri, tra cui indirizzo e numero di telefono: se malauguratamente il vostro cane dovesse perdersi, sarà facile identificare che siete voi i proprietari!

Questi sono alcuni dei primi step per la salute del vostro nuovo amico, e ricordate la cosa più importante: divertitevi assieme!